SELECT LANGUAGE
WATAMU KENIA
Acquistare una proprietà immobiliare è più impegnativo che trascorrere una semplice vacanza. Per questo, pure senza tralasciare le attrattive, che sono uniche, di questo paese, vogliamo soffermarci sul Kenya per come realmente è.



IL KENYA IN SINTESI:

Abitanti: 43.000.000 (stime luglio 2011)
Superficie: 582.000 kmq
Lingua ufficiale: swahili e inglese
Capitale: Nairobi 4.500.000 abitanti
Altre città importanti: Mombasa (750.000), Kisumu (220.000)
Religione: L'appartenenza religiosa è così composta: cristiani di chiese protestanti 45%, cattolici 35%, musulmani 11%, religioni tradizionali 9%. Altri includono induismo, animismo, sikhismo, jainismo.




TURISMO

Il turismo rappresenta una voce fondamentale dell' economia kenyota. Gli aeroporti di Nairobi e di Mombasa accolgono viaggiatori da tutto il mondo motivati dalla bellezza dei Parchi Naturali (e dalla loro facile accessibilità) e della costa. Nel 2011 sono stati registrati oltre 1.265.000 arrivi internazionali, dove gli italiani, con quasi 100.000 arrivi, si collocano al terzo posto dopo britannici ed americani.

Il sistema di accoglienza è sempre più efficiente con centinaia di hotel di tutte le categorie e di standard europeo, agenzie di trasporti, linee aeree, servizi.
IL CLIMA


Il Kenya gode di un clima particolarmente piacevole tutto l'anno. Influenzato dall'Oceano Indiano, il calore non è mai eccessivo e le temperature variano dai 20 ai 30 gradi per tutto l'anno. Si tratta di un clima tropicale temperato in cui l'estate e l'inverno sfumano l'uno nell'altro. Essendo attraversato dall'equatore, la durata del giorno è pari a quella della notte, per tutto il corso dell'anno.

Ci sono due stagioni di pioggia: in primavera, più abbondanti, tra aprile e giugno; e in autunno, di breve durata, da ottobre a novembre .Le piogge sono sempre di breve durata anche se intense.
Negli altipiani centrali il clima rimane favorevole, ma di notte le temperature si abbassano a mano a mano che aumenta l'altitudine..
Il clima varia nel nord-est del paese, nelle regioni aride e semi-desertiche al confine con il Sudan: qui piove molto poco, il clima è torrido e spirano venti violenti e asciutti.

POLITICA E ISTITUZIONI


Il Kenya è una repubblica presidenziale con un assetto bicamerale che è stato perfezionato con l'ultima costituzione promulgata nel 2010.
Le elezioni dal presidente, che poi sceglierà i membri del governo si tengono ogni 5 anni.

È suddiviso in sette province amministrative, gestite da consigli provinciali i cui membri vengono nominati dal presidente, mentre Nairobi è un distretto a statuto speciale. A loro volta le province sono suddivise in distretti, ciascuno dei quali è diretto da consigli locali con funzioni amministrative.


ECONOMIA

Il Governo keniota ha intrapreso una politica di liberalizzazione economica e riforme volte alla promozione di investimenti e commercio, come ad esempio l'abolizione delle licenze d'importazione, l'abolizione dei prezzi del controllo valutario e la privatizzazione delle industrie pubbliche. Al proprio interno l'economia del paese è caratterizzata da un elevato numero di piccole-medie imprese e multinazionali straniere, che offrono una notevole varietà di prodotti industriali e materie prime.I potenziali investitori potranno contare quindi su materie prime e componenti e prestazioni di standard internazionali.La forza lavoro del Kenya è formata da 14,8 milioni di persone, perlopiù ben istruite, che parlano inglese e affidabili per tutti le qualifiche professionali.

A livello infrastrutturale il Kenya può considerarsi un paese abbastanza sviluppato ma in forte crescita. Oltre ai tre aeroporti internazionali, le estese reti stradali e ferroviarie, un profondo moderno porto di mare in grado di maneggiare carichi di massa e containerizzati e reti di telecomunicazioni digitali, il Governo sta finanziando lavori per migliorare sia le infrastrutture fisiche che multimediali.


Tasso di crescita del Prodotto Interno Lordo (PIL):







Fonte: CIA World Factbook - Aggiornato a partire da Marzo 11, 2011
Anno Tasso di crescita PIL Posto Cambiamento Data delle Info

2003 0,80 % 167 2002 est.
2004 1,50 % 160 87,50% 2003 est.
2005 2,20 % 162 46,67% 2004 est.
2006 5,80 % 74 163,64% 2005 est.
2007 5,70 % 80 -1,72% 2006 est.
2008 7,00 % 53 22,81% 2007 est.
2009 1,70 % 163 -75,71% 2008 est.
2010 2,60 % 74 52,94% 2009 est.
2011 4,00 % 85 53,85% 2010 est.





WATAMU E DINTORNI

Watamu è un insediamento costiero sull’Oceano Indiano. Si trova su una piccola penisola racchiusa fra la Laguna Blu e la Baia di Watamu. Le attività principali sonoil turismo e la pesca. La città più vicina è Malindi, raggiungbile in non più di 20 minuti d’auto.
La linea costiera è caratterizzata da spiagge di sabbia bianca e da formazioni coralline È protetta come territorio del Watamu Marine National Park. Il Parco Marino è considerato uno dei migliori siti dell’Est Africa per snorkeling e diving.

La popolazione residente non eccede le 2000 persone ed è parte del distretto di Malindi.
Il nome Watamu significa in lingua swahili “gente dolce”. Il villaggio ospita alcuni locali molto semplici (frequentati dagli africani) a cui sono aggiunti di recente dei ristoranti di tipo europeo, senza contare quelli all’interno degli insediamenti turistici. Numerosi i negozi di artigianato locale ed un supermercato.

In un resort poco lontano si trova anche un piccolo casinò. Watamu è anche la base di partenza delle attività nel Parco Marino e delle partite di pesca d’altura.

Malindi è una città di circa 100.000 abitanti, che è stata protagonista di tutte le vicende storiche della costa est africana. Ha un aeroporto collegato con le principali città del Kenya e numerosi servizi, scuole, ospedali, centri di culto, negozi di tutti i tipi.

È anche in assoluto il centro dello svago serale in quanto ospita diversi locali per aperitivi e dopocena. Lo stampo italiano è presente ovunque: nei ristoranti, nei club, in giro per le strade ed i negozi

Il Casinò è diventato ormai un istituzione centro di ritrovo per giocatori e non, turisti, italiani vacanzieri o residenti. È sede di un consolato italiano onorario.


I PARCHI NAZIONALI DEL KENYA

In Kenya vi sono oltre cinquanta grandi parchi naturalistici e oltre duecento riserve forestali. La sapienza degli amministratori del paese ha saputo salvaguardare l’unicità di questi ambienti, da imputare a patrimonio per tutta l’umanità. Le aree protette conservano una smisurata varietà di ecosistemi, popolati da un’incredibile quantità di specie animali e vegetali.

Si può tranquillamente affermare che costituiscono uno dei motori economici del Paese, che trae considerevoli profitti dal movimento turistico ad esso legato. Facilmente raggiungibili (la maggior parte) e visitabili, dotati di alberghi, campi tendati per turisti di qualsiasi capacità di spesa, rappresentano il vero valore aggiunto del Kenya. Safari, che in lingua swahili vuol dire viaggio, è la parola magica in mente a chiunque arrivi nel paese.

Dal famoso Masai Mara, negli altopiani, al Kilimanjaro, al Mount Kenya viene rappresentato uno spettacolo unico. Il Parco dello Tsavo, esteso quanto la Lombardia ed il Veneto si trova a ridosso della costa, ed è raggiungibile in due o tre ore di auto da Watamu.



COSA BISOGNA SAPERE PER ACQUISTARE UNA PROPRIETA’ IMMOBILIARE IN KENYA
Scopri di più »
In questo particolare momento dell' economia gli acquisti immobiliari in paesi a forte vocazione turistica hanno ripreso quota. Il Kenya non ha fatto eccezione: l'offerta di appartamenti e ville, nell'area di Watamu e Malindi e ampia ma la domanda e in aumento.

Acquistare in Kenya, oltre che un buon affare con irrilevanti costi fissi e senza tasse, presenta numerosi vantaggi...leggi qui
* Nome e Cognome:
* E-mail:
Telefono:
Richieste particolari:

Campi obbligatori *

RICHIEDI INFO SUL TUO ANGOLO DI PARADISO!
RASSEGNA STAMPA
Ville Jacaranda - P.O. Box 677
Watamu - Kenya - E-mail: info@villejacaranda.com
Privacy Policy
TITANKA! Spa © 2012